I residenti olandesi spendono di assicurazione più di qualsiasi altro cittadino Europeo, ma solo perché il loro sistema sanitario è finanziato da una copertura privata obbligatoria.

L’Eurostat mostra che, nel 2015, l’assicurazione ha rappresentato il 4,2% delle spese famigliari, calando dal 4,5% dell’anno precedente. La media dell’Unione Europea è invece del 2,5%.

Nonostate il costo crescente del sistema sanitario, la spesa totale dell’assicurazione è più bassa che nel 1995, quando arrivava al 5%. La crescita della franchigia (eigen risico) che il paziente deve pagare prima che intervenga l’assicurazione, è la maggior responsabile di questa tendenza.

L’associazione olandese degli assicuratori Verbond voor Vezekeraars ha pubblicato una lista alternativa avendo rimosso la copertura sanitaria, ciò  mette l’Olanda in ottava posizione rispetto ai paesi dell’Unione Europea. Anche i residenti di Svizzera e Norvegia vedono la maggior parte delle proprie spese familiari investite nell’assicurazione.

“Paragonare le spese e i premi a persona rispetto alla popolazione è ingiusto, perché in molti paesi i costi per la sanità sono pagati attraverso le tasse” ha detto il portavoce Rudi Buis.