The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

PRECISAZIONE

Europol ci scrive: “Nessun leak, il nostro sistema è sicuro”

L'agenzia di Den Haag chiarisce le notizie date dalla stampa olandese e riprese da 31mag.nl

A seguito della pubblicazione del nostro articolo “Maxi-leak ad Europol, 700 pagine di indagini anti-terrorismo finiscono in tv”, l’ufficio stampa dell’organizzazione con sede a Den Haag ci ha scritto per precisare le informazioni riportate da 31mag.nl:

“Non è un leak neanche un maxi leak. E’ importante sapere che sono dati storici e era l’errore individuale di un collega che non lavora piú all’ Europol. Il nostra sistema è sicuro!”.

L’agenzia di coordinamento delle polizie nazionali, informa che la diffusione di informazioni è avvenuta per un “errore umano”: “Il quadro delle sanzioni per la rottura della riservatezza nelle comunicazioni è molto rigido ad Europol”, dice il comunicato stampa pubblicato dall’organizzazione.

“Un recente caso giunto all’attenzione dei media olandesi, riguarda un operatore esperto, non più in servizio ad Europol, oggi impiegato presso un’agenzia nazionale”. Secondo il comunicato, l’operatore avrebbe caricato -in violazione delle norme interne all’agenzia- dati riservati su un supporto digitale privato. Al momento, dice ancora l’Europol, sarebbe in corso un’indagine interna per accertare le responsabilità individuali. “Allo stato attuale dell’indagine”, prosegue il comunicato “non sembrerebbe esserci dolo nell’azione”.