The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ELEZIONI EUROPEE

Europee, volano i laburisti ma la sinistra non avanza. Premiati i partiti pro-UE, Wilders rischia di rimanere fuori da Bruxelles

Un nuovo sondaggio, pubblicato dopo quello di ieri alla chiusura delle urne, indica una situazione più nettamente a favore dei partiti europeisti; se fosse confermato, SP e PVV perderebbero la rappresentanza al Parlamento europeo, e il Pvda potrebbe salire a 6 seggi.

 

Se il Pvda, trascinato dall'”effetto Timmermans”, ottiene uno straordinario risultato, probabilmente raddoppiando i voti rispetto alla debacle delle politiche del 2017, la sinistra nel suo complesso, perderebbe un seggio, oppure la situazione rimarrebbe invariata rispetto al 2014: nonostante l’exploit laburista, infatti, SP, Pvdd -il Parito per gli Animali- e il D66 hanno subito pesanti sconfitte. I voti, insomma, sono travasati da questi movimenti ai laburisti. Buon risultato anche per il Groenlinks, che salirebbe a 3 eurodeputati.

Ma il risultato più netto è a destra: giù Wilders, che rischia di sparire dal Parlamento europeo, su il VVD di Mark Rutte, che guadagnerebbe un seggio, ed ingresso senza botto di FvD che potrebbe aver guadagnato 3 seggi. Conti alla mano, sarebbero proprio i 3 seggi in meno del PVV.

L’antieuropeismo, insomma, non ha pagato: premiati tutti i partiti pro-Europa e premiata la figura di Frans Timmermans, l’olandese più noto in Europa, forte del prestigio guadagnato come vice-presidente della Commissione europea.


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!