Le autorità rumene e britanniche hanno sgominato un’organizzazione  criminale coinvolta nella tratta di esseri umani, nel lavoro forzato e nel riciclaggio di denaro.

Durante un raid del 16 ottobre nella zona est di Londra sono stati perquisiti otto locali e arrestati otto sospetti. Alcuni di loro, accusati di tratta di esseri umani e riciclaggio di denaro, sono in custodia. Gli altri sono stati rilasciati nonostante rimangano a disposizione degli inquirenti. Ulteriori indagini sono in corso in relazione al loro coinvolgimento.

Sono state effettuate allo stesso tempo perquisizioni in Romania: la polizia di Bucarest ha sequestrato automobili, gioielli, portatili e cellulari, oltre a documenti emessi dalle autorità del Regno Unito. Inoltre, due uomini e due donne sono stati ascoltati.

Trentatré vittime della tratta, di cui 24 uomini, 4 donne e 5 bambini, sono state liberate dai locali di Londra e portate in salvo.

Eurojust ha finanziato e sostenuto questo caso fin dall’inizio e ha organizzato una riunione per definire la strategia.