BE

BE

Etichette in francese e olandese, alcuni brand evitano il “problema dell’altra lingua”

Author: Source: Flickr Licence: CC 2.0

In alcune filiali di Intermarché a Bruxelles, le etichette di vari prodotti alimentari sono esclusivamente in francese, nonostante la legge preveda il bilinguismo nella Regione di Bruxelles. Questa violazione riguarda principalmente i settori della salumeria e dei latticini, con prodotti forniti da un distributore francese come Monique Ranou, un marchio di Les Mousquetaires, la casa madre francese di Intermarché, dice Bruzz.

Secondo il Codice di Diritto Economico, le etichette dei prodotti preconfezionati devono essere in una lingua comprensibile per il consumatore medio, in base alla regione linguistica in cui vengono offerti: in olandese per le Fiandre, in francese per la Vallonia e in entrambe le lingue per Bruxelles.

Nonostante ciò, la maggior parte delle etichette nei negozi Intermarché a Bruxelles sono almeno bilingue, ma alcuni prodotti mancano delle informazioni richieste in olandese. Intermarché non ha fornito ulteriori spiegazioni al portale.

La catena ha otto negozi nella regione di Bruxelles e ha acquisito questi negozi nel 2022 da un partner franchising di Carrefour. Le etichette monolingue hanno già causato tensioni sociali poiché il personale non accettava che la traduzione in olandese fosse affidata a un’azienda esterna. Il problema non si presenta più nelle Fiandre, perchè la catena ha venduto Intermarché i suoi due negozi fiamminghi a Colruyt, ritirandosi completamente dal mercato fiammingo.

Situazione opposta per Albert Heijn: il brand olandese ha evitato Bruxelles, concentrandosi invece su negozi nella periferia fiamminga della città.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli