Thierry Baudet si è perso di nuovo rappresentanti del suo partito FVD: i neo eletti Wybren van Haga, Olaf Ephraim e Hans Smolders hanno costituito un gruppo indipendente alla Kamer per divergenze con il leader.

Il numero due di Baudet riferisce “che è sorta una divergenza di opinioni sul modo in cui viene condotta la politica”. Forum voor Democratie passa così da otto a cinque seggi alla Kamer, scrive Trouw.

L’anno scorso il partito di Baudet era già imploso con la fuga dei senatori e dei tre eurodeputati che hanno poi costituito JA21.

“Nelle ultime settimane c’è stata una fondamentale divergenza di opinioni con Baudet su come vogliamo raggiungere i nostri obiettivi”, dice al quotidiano AD il deputato Van Haga.

Il parlamentare di Tilburg fa riferimento, tra l’altro, al tanto discusso “manifesto della liberazione”, in cui il Forum ha paragonato le libertà perse durante la seconda guerra mondiale e le attuali misure Covid.