Forum voor Democratie, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Thierry Baudet potrebbe rimanere leader del partito del FvD, dopo che un referendum vincolante sulla sua leadership, gli ha dato una larga maggioranza del 76%, dice NOS.

Baudet, insomma, dopo la tempesta delle ultime settimane nel suo partito, conclusa con una scissione di alcuni eletti, può ora comporre un nuovo consiglio e deve stilare una lista aggiornata di candidati per le elezioni politiche.

Su 45 mila aventi diritti, sono stati espressi 37.055 voti, cliccando su un link: “Vuoi che Thierry Baudet rimanga il leader del partito FvD? Sì o no?”, si leggeva nel quesito, per il quale gli iscritti avevano tempo per rispondere fino alle 18.

Il fondatore del partito di estrema destra Forum voor Democratie si è ritirato da leader la scorsa settimana, ma poco dopo ha cambiato idea. Il consiglio, vista la protesta di un gruppo di eletti, non ha visto alternative, se non quella di convocare una consultazione.

Il referendum online è stato criticato per la rapidità con cui è stato messo su: il timore era che potesse portare a brogli. Secondo il board di FvD, invece, si è svolto come la dirigenza si attendeva.

In una sola volta, FvD perde la sua rappresentanza al parlamento europeo: Derk Jan Eppink, Rob Rooken e Rob Roos non vogliono Baudet come leader. Se ne vanno anche 9 consiglieri provinciali nel Zuid Holland su 11 e diversi senatori.