The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Esperto di latitanti a EenVandaag: il cerchio intorno a Taghi presto potrebbe stringersi. I latitanti non possono fuggire a vita

Ridouan Taghi, il criminale più ricercato d’Olanda, sembra irraggiungibile per i servizi investigativi olandesi, ma secondo l’esperto Sander Schaepman, la rete intorno a lui potrebbe presto stringersi.

Secondo il quotidiano Telegraaf, il criminale marocchino-olandese sarebbe presso l’isola di Kish, una “party island” a largo dell’Iran, dove non teme i rischi di estradizione. Ma se vuole evitare la giustizia per il resto della sua vita, allora dovrà lasciarsi tutto alle spalle, dice ancora l’ex commissario, un esperto di latitanti.

Taghi, stando lontano, potrebbe perdere i controllo delle attività e in ogni caso, qualunque mossa falsa potrebbe costargli cara. Uno dei modi migliori per scovare i latitanti sarebbe il contatto con i social network: “Le persone hanno una famiglia, amici. Se lo lasci alle spalle”, spiega Schaepman. “e rimani in contatto con loro, prima o poi diventerà possibile individuarti”.

Il tempo, in questo caso, può giocare brutti scherzi: incidenti o familiari che non stanno più in salute sono spesso circostanze che portano i latitanti ad esporsi.
Taghi avrebbe viaggiato liberamente tra l’isola iraniana di Kish e Dubai. Passare da un paese all’altro è un rischio, secondo Schaepman. “Devi ricominciare da capo e raccogliere sempre una rete di persone intorno a te di cui ti puoi fidare.”