The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Esperti di IT criticano la procedura di selezione delle app anti-coronavirus

Nove esperti di IT  hanno scritto una lettera aperta che critica l’app anti-coronavirus del governo. Il governo spera che le app aiuteranno a far uscire dal parziale lockdown dei Paesi Bassi monitorando e rintracciando i contatti delle persone che hanno confermato di avere il virus, ma gli esperti sono preoccupati in particolare delle implicazioni per la privacy.

Questo fine settimana, gli esperti stanno valutando un elenco di sette proposte, delle iniziali 63 . Alcuni di loro, però, hanno criticato la procedura di selezione. Alcune delle app finaliste, infatti, non rientravano nei criteri standard del rispetto della privacay.

L’esperto informatico Hans de Raad ha dichiarato all’emittente NOS che le proposte dovevano essere analizzate in non più di 45 minuti. Un tempo troppo ristretto,secondo de Raad. “Ciò significava che non potevamo dare una valutazione adeguata della qualità e che le conclusioni sarebbero state difficili da confrontare”, ha detto. Non c’è stato alcuno sforzo per adeguare la procedura di selezione agli orientamenti pubblicati venerdì dalla Commissione europea, ha affermato.

I nove esperti, tra cui De Raad, hanno pubblicato le loro obiezioni in una lettera sul sito web Veilig tegen Corona.

Pur lodando la velocità con cui i dipendenti pubblici hanno lavorato, affermano che la mancanza di trasparenza sul processo di selezione e la direzione attuale significano che non possono contribuire in modo positivo. “Non possiamo … collegarci al risultato, data la nostra integrità professionale”, affermano gli esperti. “Chiediamo al ministero di cambiare il modo in cui funziona.” I firmatari sostengono le obiezioni sollevate in precedenza dai gruppi pro privacy e quelle di 140 accademici. Lo sviluppo troppo rapido di un app non considererebbe le condizione deleterie a lungo termine.