Un gruppo di 29 esperti di terrorismo e privacy hanno scritto al Parlamento chiedendo modifica alla nuova legge che prevede di dare più poteri ai servizi segreti olandesi, dice l’emittente televisiva NOS.

La legge darebbe ad AIVD e MIVD poteri molto più ampi di monitorare il traffico telefonico e quello web senza controlli e contrappesi sufficienti, dicono gli esperti. In particolare, preoccuperebbe la parte della legge che consentirà ai servizi di sicurezza per sfruttare tecnologie che non sono ancora state sviluppate senza dibattito.

‘Pensate  all’analisi del DNA,’ ha detto il professore Nico van Eijk dell’Uva. ‘Forse persone con determinati geni sono più inclini a diventare terroristi? O che dire dell’idea di impiantare dispositivi di ascolto nei corpi delle persone? ‘I critici dicono che i servizi di sicurezza dovrebbero essere tenuti a distruggere le informazioni di persone che non sono sospettati di crimini, il più presto possibile.

La nuova legge permette loro di conservare queste informazioni per tre anni. Altra critica riguarda il sistema di vigilanza, basato su tre corpi separati: ingombrante e con poca trasparenza nelle sue attività.

I ministri dicono che le nuove regole sono necessarie per combattere il terrorismo. Attualmente ai servizi segreti è permesso di accedere alle connessioni internet di singoli ma la legge darà loro poteri per sfruttare intere reti e hackerare privati ​​a caccia di informazioni. La legge verrà discussa nella giornata di martedi 13.