NL

NL

Esperti: allevamenti misti aumentano rischio di un nuovo pericoloso virus

Se dipendesse dagli esperti, polli e maiali non sarebbero  più tenuti insieme in un unico allevamento: il virus dell’influenza aviaria si diffonde troppo in fretta tra i mammiferi e se ciò accadesse tra i maiali, ci sarebbe il rischio che si sviluppi un nuovo virus mutato che può essere pericoloso per l’uomo.

Il consiglio degli esperti di zoonosi (DB-Z) ha scritto un avviso al gabinetto affermando che gli allevamenti misti sono “da evitare”. Queste sono fattorie in cui pollame e maiali vivono insieme e ce ne sono circa un centinaio nei Paesi Bassi.

Secondo l’epidemiologo Arjan Stegeman, vicepresidente del DB-Z, i maiali in particolare possono svolgere un ruolo di primo piano quando si tratta della mutazione dell’influenza aviaria. Quegli animali spesso soffrono di tutti i tipi di virus influenzali che circolano molto e “se un maiale viene contemporaneamente infettato da un virus suino e da un virus dell’influenza aviaria, si formerà una miscela di questi virus, che porterà a una nuova pericolosa variante”.

Anche perché i maiali hanno una fisiologia più prossima alle persone che agli uccelli, dice Stegeman. Ad esempio, la temperatura corporea di un maiale è vicina a quella di un essere umano. “Quindi significa che il virus ha maggiori possibilità di passare agli esseri umani”.

Il ministro dell’Agricoltura Piet Adema ha affermato in una risposta che per il momento, tuttavia, non sarà vietato tenere pollame e maiali in un’unica fattoria.

Dall’ottobre 2021, l’Europa sta affrontando la più grande epidemia di influenza aviaria di sempre. Da allora, nei Paesi Bassi sono stati abbattuti più di 6,6 milioni di uccelli.

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli