NL

NL

Esperti a NOS: impennata contagi imprevista ma picco potrebbe essere alle spalle

Più di 50.000 test positivi, di cui il 37,2% dei contagi Covid tracciabili sono stati contratti nel settore della ristorazione: due cifre che riassumono gli sviluppi Covid dell’ultima settimana. Ma il picco, dicono gli esperti, probabilmente è alle spalle, scrive NOS.

“Abbiamo perso una battaglia due settimane fa, ma sono molto fiducioso che vinceremo la guerra”, afferma il professore di immunologia Marjolein van Egmond (Amsterdam UMC) al portale. I tassi di infezione sembrano essersi stabilizzati negli ultimi giorni. Sabato sono stati segnalati più di 10.000 contagi, oggi sono stati 7888. L’aumento è stato in gran parte dovuto alla movida, ai festival e alle feste a casa, le infezioni quindi si ripresentano principalmente nei giovani. 

Le misure Covid più severe hanno posto fine a tali eventi, quindi secondo gli esperti, il più grande aumento delle infezioni è probabilmente finito e a breve, i tassi dovrebbero ricominciare  scendere.

Sono sempre di più, ad esempio, le autorità che stanno reintroducendo l’obbligo delle mascherine oppure i club che hanno già chiuso battenti prima delle nuove misure per prevenire i contagi. “Ma molte persone prendono anche in mano la situazione e indossano mascherine dove ciò non è obbligatorio o adottano altre misure”, osserva Metting. “È pazzesco che il governo sia più lento della popolazione in quest’area”.

Il più grande aumento delle infezioni potrebbe essere terminato, ma le conseguenze dell’aumento non lo sono ancora. Nel prossimo periodo, è probabile che i ricoveri ospedalieri aumentino leggermente. Nella giornata di oggi, RIVM ha parlato di un previsto “lieve aumento”, sebbene la dimensione esatta sia difficile da prevedere..

SHARE

Altri articoli