The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Esperta: licenziamenti in vista, ma la disoccupazione non andrà alle stelle

Pic author: Glendora Hyundai, source: flickr, licence: CC BY-NC-SA 2.0

Alcuni grandi aziende come Booking.com, Damen Shipyards, NS e KLM hanno annunciato ristrutturazioni aziendali, il che vuol dire che migliaia di posti di lavoro potrebbero evaporare nelle prossime settimane. Ma secondo Sandra Phlippen, economista di ABN Amro, a Financieele Dagblad, questo non significa che la disoccupazione nei Paesi Bassi salirà alle stelle.

Il tasso di disoccupazione in Olanda è andato su al 4,3% a giugno. “Qui non è come negli Stati Uniti, dove la percentuale è salita dal 3,5% al 14,7% tra febbraio e aprile”, ha detto Phlippen al giornale, precisando che grazie alle misure prese dal governo olandese (schema di aiuti NOW) 1,7 milioni di dipendenti hanno ricevuto o ricevono parte del loro salario dal governo e non devono essere licenziati.

Con NOW, il governo ha coperto fino al 90% degli stipendi dei dipendenti per le aziende che hanno perso reddito a causa della crisi. Questo schema e le altre misure di sostegno sono in vigore fino a settembre. Alla fine di questo mese, il governo discuterà il nuovo programma di sostegno.

“Negli USA il tasso di disoccupazione è aumentato, ma a maggio è di nuovo diminuito. Questo perché le persone vengono licenziate facilmente, ma trovano un nuovo lavoro in tempi relativamente brevi”, ha spiegato Phlippen. “I dipendenti nei Paesi Bassi sono molto tutelati, ma lo svantaggio di questo è che le persone non sono così flessibili”, ha aggiunto.

Una conseguenza di questo è che in alcuni settori c’è ancora una forte carenza di personale. “Nel settore sanitario, un quinto dei posti di lavoro disponibili non viene occupato. Nel campo delle energie rinnovabili non si presentano candidati per più di un terzo delle posizioni aperte”.