Stando a quanto riportato dal Telegraaf, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita nell’area di Rotterdam, il comune ha deciso di tenere alla larga soggetti criminali ed emarginati da quei quartieri già altamente svantaggiati.

Per rendere operativo tutto ciò, il comune ha ripreso alcune regole del vecchio Rotterdam Act, il quale verrà implementato il 1 gennaio del prossimo anno con l’entrata in vigore di una nuova legislazione sulle case popolari che. Le revisioni apportate allo stesso consentiranno di impedire a pregiudicati l’acquisto o affitto di abitazioni nei quartieri, strade o complessi residenziali dove la qualità della vita non è eccellente.

Il Consiglio comunale controllerà i potenziali residenti utilizzando dati interni al comando di polizia o altrimenti basati su di un certificato di buon comportamento. Il comune lavorerà in stretta collaborazione con la polizia e le imprese immobiliari per identificare quali sono le zone e le strade che richiedono l’applicazione di questa nuova misura. I comuni dell’Aja, Rijnmond, e Nijmegen stanno considerando l’ipotesi di renderla operativa anche nel loro territorio.

Ma il Raad van Stad ha già fatto sapere che il piano potrebbe violare le leggi nazionali e quelle comunitarie sulla libertà di spostamento e residenza. Il ministro all’abitare Blok, tuttavia, ha detto che il piano è perfettamente in linea con politiche già ampiamente implementate.