L’Eurovision Song Contest a Rotterdam Ahoy a maggio sarà un esperimento Fieldlab che consentirà circa la metà del numero previsto di spettatori. Il governo olandese vuole usare l’evento come un altro test su come i settori degli eventi e dell’intrattenimento possono aprirsi in sicurezza nella pandemia di coronavirus, riferisce NOS.

Le sei prove, le due semifinali e la finale avranno ciascuna un massimo di 3.500 spettatori. Tutti gli spettatori e i dipendenti che lavorano all’evento dovranno presentare un test negativo per il coronavirus prima di essere ammessi. Negli altri eventi, i partecipanti dovevano essere testati pochi giorni dopo l’evento. È probabile che sarà così anche in questo caso.

Eurovision ha creato diversi scenari per avere il festival della canzone quest’anno in varie fasi di isolamento. Questi piani erano principalmente focalizzati sul portare tutti i 39 paesi partecipanti nei Paesi Bassi. “Il fatto che ora abbiamo l’opportunità di aprire di nuovo il copione di un Eurovision Song Contest con un pubblico è qualcosa che potevamo solo sognare”, ha detto il produttore esecutivo Sietse Bakker. “Siamo grati al governo e alla Fieldlab Events per questa prospettiva e la fiducia che ci danno”.

Nelle prossime settimane, gli organizzatori lavoreranno esattamente su come il pubblico sarà ricevuto agli spettacoli, previsti dal 18 al 22 maggio. Questo sarà fatto in stretta consultazione con l’Unione Europea di Radiodiffusione, il comune di Rotterdam e Ahoy. Anche la vendita dei biglietti sarà annunciata nel prossimo periodo.