Secondo Ernest Kuipers, coordinatore dei servizi di terapia intensiva, potrebbero essere necessarie nuove misure a breve, altrimenti le terapie ordinarie dovranno essere sospese per fare posto ai malati Covid, scrive NOS.

Se il numero di contagi non cala rapidamente, ulteriori misure saranno necessarie. “Vogliamo evitare di dover ridurre il più possibile le cure regolari e abbiamo raggiunto il limite”.

Kuipers in precedenza aveva criticato il governo per non aver reagito in modo sufficientemente al crescente numero di contagi: no lockdown ma le misure in vigore devono essere rispettate. Secondo NOS, nei prossimi giorni saranno ricoverati in ospedale più di mille pazienti con corona. In precedenza si pensava che quel punto sarebbe stato raggiunto lo scorso fine settimana. Ci sono ora 892 pazienti covid in ospedale, 177 dei quali sono in terapia intensiva.

Ma secondo Kuipers, la situazione resta preoccupante. “Sta andando un po ‘più lentamente di quanto abbiamo previsto, ma la tendenza al rialzo continua”.  Kuipers afferma che l’attuale “ondata” è diversa dalla prima perché l’età dei pazienti è leggermente più bassa”.