Gli olandesi quest’anno hanno utilizzato il 16% in più di energia rinnovabile rispetto all’anno precedente. La produzione di energia pulita del paese resta comunque all’8,6% del consumo totale di energia, secondo i nuovi dati dell’ufficio statistico nazionale CBS.

Entro la fine di quest’anno, il 14% dell’energia utilizzata nei Paesi Bassi verrà da fonti di energia rinnovabile per raggiungere gli obiettivi prefissati dall’UE. L’energia da biomassa rappresenta oltre la metà dell’aumento.

L’Olanda ha lanciato un piano di aiuti per le centrali elettriche a carbone, in moda da spingere ad utilizzare trucioli di legno anziché carbone. L’uso dell’energia da biomassa – in particolare trucioli di legno – resta ancora un argomento controverso, ed un numero crescente di organizzazioni dubiti che si tratti di una forma di energia sostenibile.

L’energia solare rappresenta lo 0,9% del consumo totale di energia, ma è aumentata del 37% in termini assoluti. L’energia eolica ha costituito l’1,85% del totale. L’agenzia olandese di valutazione ambientale PBL ha dichiarato a gennaio che l’uso della biomassa è indispensabile se i Paesi Bassi vogliono raggiungere gli obiettivi dell’UE per tempo.

I Paesi Bassi devono installare turbine eoliche e pannelli solari più rapidamente, affrontando anche scelte difficili, ha affermato PBL. L’agenzia prevede che circa il 11,4% del fabbisogno energetico olandese sarà rappresentato dalla produzione di energia sostenibile quest’anno.