The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

MILIEU

Emergenza rifiuti ad Amstedam, il comune acquista tre punti di raccolta



Il comune di Amsterdam si riprende i “punti di riciclaggio” nel sud-est e nell’est della città. L’annuncio è della municipalità che intende gestire direttamente i ‘recyclepunten’, passati ai privati nel 2014.

I consiglieri Udo Kock e Marieke van Doorninck lo hanno scritto al consiglio comunale. Il comune intende acquistare anche il terreno dall’ex punto di raccolta rifiuti sul Cruquiusweg.

AEB smaltisce i rifiuti nei punti di riciclaggio per conto del comune e per questa ragione, ritiene il consiglio, Amsterdam dovrebbe avere la proprietà dei terreni.

Per lo stesso motivo, il comune sta inoltre rilevando 55 container per rifiuti da AEB. Queste operazioni segnano una svolta del comune che intende tamponare il disastro economico in cui versa la municipalizzata, intervenendo direttamente.

Gli assessori non possono dire nulla sulla possibilità che vengano venduti l’AEB o parti di esso: è un’ipotesi ma al momento la città non si sbilancia. Il comune e la compagnia energetica Vattenfall hanno presentato un reclamo alla rete di riscaldamento degli inceneritori di rifiuti AEB. Vattenfall e Amsterdam avevano precedentemente concesso un prestito di 46 milioni di euro a Westpoort Warmte, una joint venture tra AEB e Vattenfall.

Con il prestito fu convenuto che in caso di fallimento di Westpoort Warmte, la città e Vattenfall avrebbero avuto il diritto di ritirare i tubi di calore in modo da poterli vendere come compensazione per il prestito. A causa dei problemi di AEB, hanno deciso di far valere tutti i loro diritti ora.

Il professore di Corporate Governance Jaap Winter guiderà il comitato che indaga sulle cause della crisi di AEB. Il comune aveva già annunciato che l’inchiesta si è concentrata sulle cause e sulla domanda sul perché l’arresto dei forni di AEB ha sfiorato la crisi nazionale dei rifiuti. Il comune chiede anche consigli per il futuro: i risultati sono attesi nella primavera del 2020.



31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!