Alcune norme in atto per frenare la diffusione di Covid-19 nei Paesi Bassi saranno probabilmente prolungate, secondo un progetto preliminare di proposta di legge trapelata sabato, ricorda RTL Nieuws. La legge mira anche a porre fine alla confusione emersa dalla definizione di famiglia, che ha causato a diversi studenti delle multe anche all’interno della propria abitazione. Mantenere il distanziamento di 1,5 metri tra le persone e indossare mascherine negli spazi pubblici sono due delle principali leggi che rimarranno in vigore nel paese.

Le regole sono state originariamente approvate come parte di un pacchetto di ordinanze di emergenza dal governo a marzo in risposta all’aumento delle infezioni da Covid-19 nei Paesi Bassi. La loro estensione, che a quanto si dice sarebbe temporanea, è progettata per evitare la confusione legislativa che deriva dall’avere leggi di emergenza in atto per un lungo periodo di tempo, secondo il servizio stampa.

Inoltre, nel nuovo progetto preliminare di proposta prende in esame un’estensione della definizione giuridica del termine “famiglia”. In effetti, secondo il documento, luoghi come campeggi, case per studenti e case per lavoratori migranti potrebbero presto essere considerati famiglie dalla legge olandese. Affinché il progetto preliminare di proposta diventi legge, dovrebbe prima ricevere il via libera dal Consiglio di Stato e passare attraverso una sessione di dibattito nelle Camere del Parlamento.

Secondo RTL Nieuws, il ministro della Salute Hugo De Jonge vorrebbe che la legge entrasse in vigore il 1 luglio.