Emergenza abitativa Amsterdam? E il governo investe ad Almere nel tentativo di alleviare la pressione abitativa nella capitale ma soprattutto con la speranza di convincere la gente a trasferirsi nella città del Flevoland. I partiti al governo CDA e D66 sono favorevoli ad uno stanziamento straordinario di miliardi di euro, oltre alla costruzione di infrastrutture per migliorare il collegamento con la capitale.

Almere Pampus, questo il nome della cittadina satellite in programma, dovrebbe essere costituita da 25.000 case che possono ospitare tra le 50.000 e le 60.000 persone, riferisce NOS.

Il leader della D66 Rob Jetten ha detto a NOS che Almere è il luogo ideale per questo piano. “È una bellissima area sull’IJmeer, con vista su Amsterdam. Ci sono pochi posti nei Paesi Bassi in cui possiamo pensare così in grande. E l’area è pronta per essere sviluppata.”

Costruire ad Almere Pampus è stato a lungo considerato un piano a lungo termine. Nel 2013, il governo precedente decise di riconsiderare questa opzione nel 2025. Dato che il progetto urbanistico che prevedeva la costruzione di 25mila nuove case ad Almere città è stato realizzato più in fretta del previsto, il governo vuole passare ora ad urbanizzare questa zona alle porte della capitale.

Ciò significa anche accelerare una migliore connessione tra Almere e Amsterdam, una condizione che la regione ha stabilito perchè si realizzi un’ulteriore crescita. Secondo i calcoli del 2012, la costruzione di un ponte costerebbe circa 2,2 miliardi di euro, la costruzione di un tunnel costerebbe tra 2,5 e 2,9 miliardi di euro.

Se tutto dovesse andare per il verso giusto, però, la costruzione dell’area non inizierà prima dei prossimi 5 anni. Nel frattempo, quindi, entrerà in carica un nuovo governo e sarà difficile prevedere le modalità di sviluppo dell’emergenza abitativa che stra strozzando da tempo la capitale.