CoverPic@Nationaal Archie, License CC

Recentemente sono stati trovati alcuni filmati a colori risalenti al ’54 della Elfstedentocht, la più lunga gara di pattinaggio sul ghiaccio al mondo. Le pellicole sono così le più lontane testimonianze di questa singolare manifestazione, riporta il portale Omrop Fryslân. Tra laghi e canali, la corsa si sviluppava per un percorso di 200 chilometri nella Frisia occidentale. L’ultima gara si è tenuta nel 1997.

Le pellicole sono comparse grazie a Klara Woldring-Steensma, figlia del creatore di questi reperti, Sjoerd Steensma. L’uomo, membro della ditta Steensma & Sons di Bolsward era un appassionato regista amatoriale. “Mio padre avrebbe fatto qualsiasi cosa per fare delle buone riprese. Gli piaceva organizzarsi al meglio per ottenerle. Filmava soprattutto la nostra famiglia e gli eventi sportivi. Cercava di raccontare la vita quotidiana” ha dichiarato le figlia.

Fino a oggi, si pensava che i più vecchi filmati della gara fossero quelli di Han de Vries, risalenti al ’56. Anche Steensma ne ha realizzati quell’anno. Nei suoi è ripreso il momento in cui cinque tra i pattinatori più importanti tagliano il traguardo contemporaneamente, dopo essersi messi d’accordo. Gli atleti furono squalificati, facendo di fatto vincere il 6° classificato, che però rifiutò. Quell’anno il titolo non fu assegnato.

I filmati in 16mm sono stati consegnati agli esperti del Fries Film Archief, ben felici di riceverli. “Questi filmati sono una perla per il nostro archivio” ha dichiarato il portavoce Syds Wiersma. “Per essere pellicole amatoriali, sono molto ben girate, dato che sono a colori e che Steensma aveva uno spiccato senso della narrazione“.