Buone notizie per le quote rosa. A seguito delle elezioni locali, nei 70 principali comuni dei Paesi Bassi la percentuale di donne presenti nei Consigli è cresciuta dal 28% al 34%. A riportarlo le ricerche condotte dal Trouw.

Nelle amministrazioni di Amsterdam e Heerhugowaard c’è la stessa percentuale di donne e uomini. Mentre a Heerenveen e Waddinxveen i consigli comunali contano più donne che uomini. Lo stesso vale per Utrecht, Hilversum e Nieuwegein dove nelle cariche locali si sfiora la parità di presenze femminili e maschili.

Nei comuni interpellati, almeno 75 donne sono entrare nei consigli grazie a voti di preferenza . Iniziative come “Stem op een vrouw”  (vota per una donna) hanno accompagnato l’intera campagna elettorale.

Uno studio di NOS ha rivelato che solo tre candidati su dieci in corsa per i consigli comunali erano donne. Di tutti i partiti eleggibili, GroenLinks era quello che vantava il 41% di donne in lista. Ma è stato il Partito degli Animali ad avere la maggior presenza femminile nel proprio schieramento: il 55%. Tuttavia il PvdD ha corso solo per 18 comuni.