Il ministro olandese per gli affari sociali Wouter Koolmees ha definito gli sforzi del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, di incoraggiare i turco-olandesi a votare nelle elezioni parlamentari come inappropriati.

Migliaia di olandesi di origine turca hanno ricevuto una lettera firmata da Erdogan in cui vengono esortati a votare. Nonostante la lettera non inviti esplicitamente a scegliere AK, il partito del presidente uscente, gli slogan utilizzati nella missiva sono quelli. 

Circa 250.000 turco-olandesi sono chiamati alle urne da ieri fino al prossimo lunedi, nei seggi allestiti a Deventer, L’Aia e Amsterdam.

Secondo il ministro olandese, la lettera è una forma di indesiderata interferenza straniera nei Paesi Bassi, augurando che i cittadini olandesi di origine turca abbiano un “futuro in Olanda”.

A detta degli oppositori del presidente turco, questa elezione è cruciale: l’opposizione ha una chance reale di riequilibrare quella che ovunque viene visto come uno scivolamento in regime della Turchia di Recep Erdogan.