di Veronica Fumarola

Si terrà stasera presso la 4bid Gallery, a Overtoom 301, l’inaugurazione della mostra di Ekaterina Smirnova, l’artista americana che si è lasciata ispirare per la sua produzione artistica dall’atterraggio, nel novembre 2014, del lander Philae, sganciato dalla sonda Rosetta, sulla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko.

Attratta fin da piccola dalla scienza, Ekaterina si è sempre interrogata: “La spedizione Rosetta mi ha permesso di creare una serie di lavori che includono dipinti, sculture di ceramica e collaborazioni video musicali unendo la scienza all’arte. Dopo aver partecipato, la settimana scorsa, alla cinquantesima edizione dell’ESLAB, l’incontro annuale organizzato dall’ESA, l’Agenzia Europea dello Spazio, ho capito ancora di più che devo continuare in questa direzione perché l’arte e la scienza si ispirano a vicenda”.

ekaterina 2Ai due elementi fa da supporto la musica. All’inizio si è dedicata solo alla produzione di dipinti  che rievocassero l’eccezionale evento storico, ma ben presto si è resa conto che le raffigurazioni non erano sufficienti. Ha deciso, così, di aggiungere anche la  scultura e la musica in modo da guardare più in profondità l’evento: “Ogni tipo di supporto che sto usando mi permette di legarmi ai vari sensi: la pittura è collegata alla vista, la scultura al tatto e la musica all’udito. Questo mi aiuta a costruire un’idea più precisa della cometa 67P”. Giovedi 24 marzo, infatti, l’esibizione sarà accompagnata,dalle 18.00 alle 19.00, dalla musica del clarinettista Lee Mottram, anche lui ispirato dalla vicenda della cometa 67P.

Si tratta, in generale, di una mostra itinerante rivolta agli scienziati. La scorsa settimana, infatti, era all’ESLAB a Leiden e la prossima settima sarà all’ESTEC dell’Agenzia Spaziele Europea. La mostra alla 4bid Gallery, invece, è eccezionalmente aperta al pubblico. Rivela Ekaterina:”Per me è un passo importante perché mi piacerebbe discutere del fascino di questa missione con ogni visitatore. Chiunque verrà alla mostra potrà confrontarsi con me su temi quali arte e scienza”.

 

Apertura 23 Marzo 2016: dalle 18.00 alle 23.00

La mostra sarà aperta al pubblico dal 23 al 26 marzo (ore: 18.00-21.00)