Il sindacato dell’aviazione FNV Luchtvaart sta facendo ricorso contro la decisione di Ryanair di chiudere la propria base all’aeroporto di Eindhoven  (avvenuta lunedì) e procedere quindi al ricollocamento del personale all’estero.

La compagnia aerea ha cessato la propria attività e licenziato 16 membri dello staff impiegati nell’aeroporto olandese. Durante l’anno il personale aveva scioperato due volte contro i cambi al piano pensionistico e i tagli di altri benefit.

Lo scorso giovedì la Corte distrettuale di Den Bosch aveva impedito alla compagnia low-cost di procedere al ricollocamento dei 16 piloti, dando ragione alle proteste del sindacato VNV. La Corte aveva infatti sostenuto che non sussistessero i “motivi economici” portati da Ryanair a sostegno del trasferimento, ma che la manovra “avesse le sembianze di una ritorsione contro gli scioperi”.

Ryanair in risposta aveva concesso ai piloti di scegliere volontariamente in quale aeroporto trasferirsi, pena il licenziamento. Allo staff erano state date meno di 36 ore di preavviso per prendere la propria decisione.

Il sindacato FNV Luchtvaart punta il dito contro la compagnia low-cost per non aver rispettato le norme sul lavoro previste dall’ordinamento olandese. Il resto del personale, 30 membri dello staff di cabina, ha ricevuto l’ordine di trasferimento da eseguirsi entro le settimane successive alla chiusura. Ryanair si è difesa sostenendo che si tratta di una mossa necessaria per mantenere il servizio a prezzi contenuti.

Il sindacato dei piloti ha fatto sapere che nessuno dei suoi membri accetterà il ricatto di Ryanair e rimarrà a casa in attesa di nuovi sviluppi. La Corte di Den Bosch ha ordinato alla compagnia area di continuare a pagare gli stipendi ai piloti e di non interromperne l’addestramento, tuttavia – ha aggiunto il giudice nel dispositivo- non possiede i poteri per impedire la chiusura della base.

Ryanair dovrà pagare una penale di €250,000 se non terrà conto della sentenza emessa dalla Corte.

In una dichiarazione rilasciata lunedì, la compagnia low-cost ha detto: “La base Ryanair ad Eindhoven chiude oggi come previsto. Il trasferimento offerto a tutti i piloti e i membri di cabina protegge i loro guadagni e le loro pensioni, ma se il personale opterà per il licenziamento rispetteremo la loro scelta”.

Non è ancora stata fissata la data per l’udienza di ricorso