Source pic: Wikipedia  Author: TheFGG997     License: Attribution-Share Alike 3.0 Unported

Ryanair, la compagnia aerea irlandese low-cost, dovrà risarcire otto piloti che lavoravano all’aeroporto di Eindhoven, riporta Nu.nl. La Corte d’appello di Den Bosch ha preso tale decisione la scorsa settimana, aggiungendo che la compagnia aerea ha agito in modo antisindacale. In seguito a ciò, i piloti non hanno avuto un’alternativa se non quella di recedere dai loro contratti lavorativi.

Non sono ancora stati decisi gli importi relativi ai risarcimenti. Gli otto piloti, infatti, si sottoporranno ad ulteriori colloqui con il tribunale allo scopo di fornire le informazioni necessarie per individuare una somma adeguata.

Nel settembre del 2018 i piloti che lavoravano per Ryanair nell’aeroporto di Eindhoven hanno ricevuto minacce dalla compagnia irlandese per aver manifestato la volontà di scioperare. Se l’azione sindacale fosse andata avanti, Ryanair ha comunicato che la base sarebbe stata chiusa, come poi è effettivamente successo. Il Tribunale ha però dichiarato che “tuttavia, Ryanair aveva già deciso  di chiudere la base”.

Ryanair ha effettivamente proceduto alla chiusura della sua base a Eindhoven trasferendo i piloti con decisione unilaterale. Questi hanno quindi presentato ricorso per evitare che accadesse.

I piloti avevano già vinto il procedimento di urgenza ma dopo il rifiuto della low-cost di pagare il risarcimento hanno fatto di nuovo ricorso al tribunale, vincendo la causa.