L’uomo arrestato fuori dalla Philips arena il 9 giugno perchè sospettato di pianificare un attentato terroristico è stato rilasciato in giornata. Lo scrive il portale NU.nl. Il 29enne, originario di Amsterdam era in stato di fermo dopo essere stato intercettato la sera del concerto mentre filmava lo spazio antistante l’arena. 

L’arresto era stato effettuato con un vasto spiegamento di agenti che nel timore di un prossimo attentato, avevano chiesto al cantante di prolungare il concerto mentre ispezionavano l’area.

Secondo il giudice di Den Bosch, che ha ordinato di rilasciare il sospetto, non esisterebbero -al momento- prove sufficienti per giustificare la detenzione.

Il dipartimento del pubblico ministero sospettava che il 29enne, fermato senza biglietto e senza un’apparente ragione che giustificasse la sua presenza sul posto -e già nel radar delle forze dell’ordine come “radicalizzato”- stesse preparando un attacco terroristico.

Proseguono, tuttavia, le indagini da parte delle forze dell’ordine.