La polizia di Eindhoven ha controllato mercoledì sera un’auto e nel corso di ispezioni di routine ha notato cosmetici costosi e un nuovo MacBook Pro Apple sul sedile posteriore.

Gli occupanti hanno raccontato una storia incoerente sull’origine degli oggetti, dopo di che la polizia ha perquisito più a fondo il veicolo, dice ED, rinvenendo una carta di credito rubata.

I due sono stati arrestati e durante la perquisizione sono stati trovati 1200 euro in contanti e un cellulare nelle mutande del sospetto.

La polizia si è poi recata a casa di uno dei due, nel distretto di Woenselse Heide, e ha esercitato il diritto alla perquisizione urgente senza mandato: “Lo abbiamo fatto perché sospettavamo che i residenti nascondessero beni ricettati”, ha detto la polizia.

L’operazione ha portato alla scoperta di un laptop nuovo di zecca in una confezione non aperta,  15.000 euro in contanti e diverse carte di credito rubate. Due veicoli sono stati sequestrati.

Alla fine, tre persone sono state arrestate con l’accusa di frode con carta di credito e riciclaggio di denaro.