Ryanair deve uniformarsi alla legge olandese a proposito del personale di stanza nei Paesi Bassi. Il tribunale di Den Bosch, scrive NU.nl, ha dato cosi ragione ad una dipendente licenziata perchè su richiesta della compagnia si è rifiutato di trasferirsi a Dublino dalla sua base operativa, ad Eindhoven.

La compagnia aerea irlandese ha rescisso il contratto con la donna dopo che questa aveva rifiutato un trasferimento unilaterale imposto dalla compagnia. Ryanair fa affidamento sulla legge irlandese perché i suoi aeromobili sono registrati in Irlanda e gran parte parte del lavoro si svolge a bordo dell’aeromobile, dove vigono le regole dello stato “di bandiera”.

Ma i giudici di Den Bosch la pensano diversamente: nella sentenza, hanno ritenuto l’attività svolta dalla donna ad Eindhoven come prevalente perchè le istruzioni di lavoro sono impartite su suolo olandese. Inoltre, la società ha una cosiddetta “base operativa” nella città del Brabante.

Oltre a un pagamento delle spese legali, l’ex dipendente dovrà ricevere anche un risarcimento di 25.000 euro.