Due sparatorie in una strada di Amsterdam; rapper ferito grave

Pic Source: Politie

Amsterdam è stata scossa da due sparatorie in dodici ore nella Vechtstraat nella Rivierenbuurt, dove sono rimaste ferite due vittime.

L’ospedale ha ricoverato entrambe le vittime che necessitavano di cure mediche.

I media locali hanno identificato una delle due vittime come il 23enne Danzel S., meglio noto come rapper Bigidagoe.

La sparatoria in cui S. è rimasto ferito è avvenuta a Vechtstraat intorno alle 15:45 di martedì. S. ha riportato delle ferite gravi per le quali è stato ricoverato in ospedale. La polizia stava cercando un uomo dalla pelle scura che indossava abiti neri con un cappuccio. Potrebbe aver avuto i dreadlocks.

Solo circa dopo 12 ore, alle 4 di mercoledì mattina, è avvenuta un’altra sparatoria a Vechtstraat, dove un altro uomo è rimasto ferito.

Tuttavia al momento del trasporto verso l’ospedale l’uomo era cosciente e in grado di parlare con i soccorritori, ha detto la polizia.

Non è chiaro se le due sparatorie siano collegate. La polizia sta cercando trstimoni di entrambi gli incidenti.

Secondo Het Perool, Bigidagoe è considerato il braccio destro di Joel H, noto anche come Joey AK, frontman del gruppo rap della Zona 6. Il giornale ha scritto che alcuni membri chiave della Zona 6 sono collegati al traffico internazionale di droga e vari disordini hanno interessato il gruppo di rapper per mesi.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli