The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

Drenthe, si apre la caccia ai falsi dolmen

Le riproduzioni delle antiche camere sepolcrali dal neolitico sembrano fare tendenza da ormai decenni nella provincia olandese.



La provincia di Drenthe è nota per gli antichi dolmen di pietra sparsi in tutta la regione. Ma ora, il sito storico Hunebeddencentrum Borger vuole dare il via a una caccia al falso. Lo scopo è creare un inventario che illustri con precisione la diffusione attuale di copie.

Negli ultimi decenni sono stati costruiti diversi dolmen falsi. Per notarli non ci vuole una predisposizione investigativa particolare, ma basta guardarsi un po’ intorno. Alcune volte le riproduzioni sono in scala reale, altre volte si trovano versioni in miniatura nei giardini di case private. Il museo di Borger vuole mappare i finti dolmen per farsi un’idea più chiara della situazione. 

Secondo Ter Apeler Courant, l’Hunebedcentrum Borger è curioso di sapere le ragioni dietro tali repliche: “Vorremmo mostrare quanti di questi falsi dolmen sono al momento diffusi e soprattutto ascoltare le storie che si nascondono dietro la loro realizzazione”.

L’Hunebedcentrum ritiene che l’interesse per i Dolmen faccia parte dell’identità storica e culturale di Drenthe, ma non si esclude che la tendenza vada oltre ai confini provinciali. “Potrebbe anche darsi che i falsi siano stati costruiti fuori da Drenthe, questo ancora non si sa. Chiediamo a tutti coloro che ne sanno qualcosa di più di aiutarci e collaborare per risolvere il mistero. “

Cosa sono i dolmen?

Le strutture dei dolmen si differenziano in tutto il mondo, ma la maggior parte di esse consiste in costruzioni di pietre piuttosto grosse incastrate in modo tale da creare uno spazio interno. Le strutture erano intese come camere sepolcrali, molto diffuse in certe zone del nord-ovest dell’Europa. Si ritiene che la maggior parte dei siti in pietra risalga al periodo neolitico, ossia tra il 4.000 e il 3.000 a.C. Secondo la tradizione olandese, tedesca e non solo, le composizioni di pietre sarebbero opera del lavoro di giganti. Le pietre, o meglio i massi, sono infatti massicci e sembra impossibile che gli uomini del tempo, privi di mezzi tecnici, possano essere riusciti a sollevare tali pesi.

I dolmen di Drenthe sono tra le attrazioni turistiche più popolari della provincia e i visitatori possono seguire un percorso ciclistico di 48,6 chilometri per visitare dozzine di siti neolitici. La maggior concentrazione di queste antiche strutture si trova lungo Hondsrug, una catena di sabbia che attraversa Drenthe e Groningen.

Nel caso ne possedeste uno o foste interessati alla ‘caccia ai falsi dolmen’ potete contattare la mail del sito storico hwolters@hunebedcentrum.nl.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!