Dutch FilmWorks pare faccia sul serio: stando a quanto sostiene NU.nl la società di distribuzione cinematografica olandese, che ha ottenuto di recente il via libera del giudice per dare la caccia ai pirati, inizierà a breve un esperimento inviando una  “multa” di 150 euro a chi ha scaricato The Hitman’s Bodyguard.

Gli indirizzi IP delle persone che hanno ottenuto illegalmente questo film verranno raccolti con l’aiuto della società tedesca Tecxpio. . Gli indirizzi IP verranno quindi inviati ai provider di Internet con la richiesta di fornire i dettagli del downloader. Dutch FilmWorks invierà quindi a queste persone una proposta di transazione con un importo di 150 euro da pagare.

Le proposte di transazione non sono vere e proprie multe ma conciliazioni per evitare eventuali azioni legali. La società, tuttavia, ha fatto sapere che al momento non intende adottare provvedimentii legali se l’importo non verrà pagato. L’azione, insomma, è più un avvertimento.

La Dutch FilmWorks annuncerà in anticipo i film per i quali sta raccogliendo indirizzi IP, perché legalmente obbligati a farlo, ha detto il portavoce. La raccolta di indirizzi IP di The Hitman’s Bodyguard è iniziata giovedì.

Resta da vedere se i provider Internet olandesi decideranno di cooperare con il distributore e non è scontato lo facciano: Ziggo ha dichiarato a NU.nl che la società “fornirà informazioni solo dopo una sentenza del tribunale”. Identica la risposta di XS4ALL: non controlliamo il traffico internet e coopereremo solo dopo un provvedimento dei giudici.

All’inizio di quest’anno il tribunale ha ordinato a Ziggo e XS4ALL di bloccare l’accesso al sito di The Pirate Bay.