Alle persone che vivono vicino alla fabbrica chimica di Chemours nei pressi di Dordrecht è stato consigliato di non mangiare frutta o verdura colte dai giardini perché il suolo può essere inquinato da versamenti, ha scritto venerdì il Volkskrant.

I tossicologi dell’Università VU di Amsterdam dicono che la zona intorno alla fabbrica di Teflon è più contaminata con il GenX, agente chimico tossico, di quanto si fosse creduto. Gli scienziati hanno raggiunto le loro conclusioni dopo aver analizzato campioni di terreno e di vegetali che crescono vicino alla fabbrica.

La concentrazione di GenX nelle foglie delle piante e dell’erba in un raggio di più di un chilometro intorno alla pianta è così elevata che il rischio per la salute pubblica si è fatto concreto. L’acido perfluoroctanoico cancerogeno (PFOA, noto anche come C8), utilizzato per produrre Teflon prima del 2012, è stato trovato anche in piante e alberi in concentrazioni molto più alte del previsto.

Secondo Martin van den Berg, un tossicologo dell’Università di Utrecht, le persone che coltivano un orto casalingo dovrebbero smettere di mangiare i prodotti e il governo dovrebbe effettuare ulteriori analisi al più presto per scoprire quanto sia grande il rischio per la salute pubblica.

Un portavoce di Chemours ha affermato che l’agente chimico non è stato utilizzato nel sito di Dordrecht dal 2012.