Ora che i prezzi di carburanti hanno raggiunto picchi mai visti negli ultimi anni e l’inflazione continua ad aumentare nei paesi europei c’è molta attenzione alla questione dei trasporti pubblici: la mobilità collettiva può essere un’alternativa da offrire ai cittadini, sempre più in difficoltà nell’utilizzare i mezzi di trasporto privati?

Dei treni low cost in Germania a €9 per tutto il mese di agosto si è parlato ampiamente e Lussemburgo, ha optato per il treno gratuito dal 2020. In Spagna, la validità dei biglietti per il treno è stata estesa e Malta introdurrà il sistema di trasporto pubblico gratuito per tutti a partire dal primo ottobre.

L’Olanda guarda con attenzione a questi esperimenti ma il Ministro dei Trasporti solleva alcuni dubbi a NOS: davvero il trasporto pubblico gratuito porta più persone a viaggiare su treni, autobus e tram?

Un’indagine in corso e dopo i risultati che verranno pubblicati ad ottobre, Il ministero deciderà il da farsi. Con NS che cerca ancora di ripianare i debiti, c’è molto scetticismo sulla fattibilità di un sistema economico o addirittura gratuito anche nei Paesi Bassi.

In Olanda, si stima che un meccanismo simile potrebbe costare oltre 4 miliardi di euro l’anno, esclusi i costi di treni, autobus, tram e personale da aggiungere a quelli già esistenti.

Secondo NS esiste già un sistema di biglietti economici in Olanda, con gli sconti per studenti e per chi viaggia fuori dalle ore di punta. Nonostante in molti paesi si stia optando per aiutare le persone in difficoltà, oltre che per incentivare mezzi Green per viaggiare, il governo olandese non sembra particolarmente interessato: ad una domanda del portale della TV pubblica su eventuali sconti per persone meno abbienti, il Ministero ha risposto che attualmente non c’è lo studio nessun incentivo per questa categoria.