Author pic: David EversFollow Source: Flickr License: CC 2.0

È un appuntamento fisso ogni estate: lo Zwarte zaterdag. Domani è di nuovo quel momento, ricorda NOS. L’ANWB si aspetta ci sia il pienone su strada, soprattutto in Francia.

Quanto sarà trafficato esattamente, è ancora la domanda: può rimanere come è o diventare ingestibile, afferma Tim Schaap dell’ANWB. Secondo lui, gli ingorghi possono diventare ancora più seri perché sempre più persone rinunciano a un viaggio in aereo a causa della pandemia e preferiscono viaggiare in auto.

Allo stesso tempo, è molto trafficato sulle strade europee dallo scorso fine settimana, quindi il traffico potrebbe essere esserci un po’ più diffuso rispetto agli altri anni. “Ma ci saranno molti ingorghi domani, questo è certo”. L’esodo inizia oggi, si aspetta Schaap. “Durante l’ora di punta serale, come la conosciamo anche qui, saranno ingorghi un po’ ovunque in tutta Europa”, dice NOS Radio 1 Journal.

Domani le strade saranno piene, questo perché molto traffico festivo viaggia verso sud e contemporaneamente parte il primo controesodo. “È anche l’inizio delle vacanze per molti parigini. Molte cose si uniscono, quindi domani sarà una giornata impegnativa. Lo vedremo in tutta Europa e soprattutto in Francia”.

La maggiore congestione del traffico è prevista sulla famigerata Route du Soleil, la A6 e la A7 sotto Parigi. In Germania, è principalmente l’A5 e A8 intorno a Karlsruhe e l’A3 vicino a Passau, appena prima del confine austriaco. In Svizzera sono previsti ingorghi nel tunnel del San Gottardo.

In alcune località del nord Italia negli ultimi giorni si sono verificate forti inondazioni e smottamenti Questo non è un problema sulle autostrade, afferma il portavoce dell’Anwb. Alcune strade locali sono ancora chiuse.