Takeaway, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

L’Amsterdam Museum aprirà da domani le porte dell’ala con la sua collezione all’Hermitage, dice AT5: La scorsa settimana, il museo aveva deciso di non aprire a causa della situazione in Ucraina e soprattutto a causa dei legami del museo con la Russia. Ma ora che quei rapporti sono stati interrotti,  l’Amsterdam Museum può proseguire come da programma.

“Non pensiamo che un’apertura festiva questo fine settimana sia appropriata. Inoltre, i legami dell’Hermitage Amsterdam con la Russia sono troppo poco chiari per noi. L’Hermitage non è stato in grado di dissipare le nostre preoccupazioni su questo”, aveva affermato il museo la settimana scorsa.

Dopo essersi espresso contro la guerra in Ucraina, la prestigiosa istituzione sull’Amstel ha deciso di chiudere i rapporti con la Russia. “Con l’invasione dell’Ucraina da parte dell’esercito russo viene superato il segno. La guerra distrugge tutto. Lo stesso vale per 30 anni di cooperazione”, ha scritto l’Hermitage in una nota.

In risposta, l’omologo di San Pietroburgo ha deciso di rivendicare tutta la sua collezione dal museo di Amsterdam. Il fatto che l’arte di proprietà  della Russa debba lasciare Amsterdam è un momento triste per il museo. “L’arte è innocente”, aveva detto in precedenza la storica dell’arte Sabry Amroussi ad AT5/NH Amsterdam.

Domani, l’Amsterdam Museum -conferma AT5- aprirà la sua ala all’Hermitage: questa sistemazione temporanea è stata creata perché il suo edificio su Kalverstraat verrà rinnovato fino al 2025.