Domani, Venerdì 24 febbraio, è atteso in Olanda il più grande aumento dei prezzi della benzina da oltre 17 anni: le compagnie petrolifere aumenteranno i prezzi al dettaglio suggeriti per la benzina venerdì di una media di circa 2 centesimi al litro.

È successo solo una volta in questo secolo un aumento da parte delle grandi catene di distributori di benzina in Olanda di un così grande aumento dei prezzi dall’una all’altra, scrive NU.nl

Il motivo è l’invasione russa dell’Ucraina di oggi: la Russia è un importante produttore di petrolio e i prezzi sul mercato mondiale sono aumentati drasticamente a seguito delle azioni russe di giovedì. Rispetto a mercoledì sera, il prezzo di un barile di petrolio del Mare del Nord è salito di circa il 6%, superando i 104 dollari (93,40 euro). Anche il petrolio WTI statunitense è diventato significativamente più costoso, dal 4 al 5% in più-

Le compagnie petrolifere stanno rispondendo a questo aumento con un incremento significativo dei prezzi alla pompa. Di conseguenza, il prezzo medio al dettaglio suggerito per un litro di benzina venerdì è di circa 2,22 centesimi al litro. In forte aumento anche i prezzi del gasolio e del GPL: un aumento di 2 centesimi in un giorno è avvenuto solo quando l’uragano Katrina nel 2005 ha fermato molte piattaforme petrolifere nel Golfo del Messico.