La studentessa che per poco non ha superato l’esame di maturità ha perso la battaglia giudiziaria per ottenere il capovolgimento dei suoi risultati.

L’allieva del Brabante ha dato la colpa ad una domanda ambigua presente nel test di francese, che non le ha permesso di superare l’esame per soli o.o5 punti.

La commissione d’esame CvTE ha assegnato a tutti i candidati 0.1 punti in più come risarcimento, ma l’avvocato della ragazza ha ribadito che ciò non sarebbe abbastanza. In ogni caso, il giudice lunedì ha dichiarato che le carte sono state analizzate correttamente ed ha archiviato il caso.

Durante l’estate gli insegnanti si erano espressi riguardo gli standard degli esami di francese ed alcuni ritenevano che essi differivano da quelli ufficiali. L’ispettorato chiesto in via straordinaria di verificare la concordanza tra gli insegnanti e la CvTE riguardo l’esame.