NL

NL

DNB: contro la crisi immobiliare, il governo aumenti l’imposta sulla proprietà

I proprietari di abitazione devono pagare l’imposta sul patrimonio netto della loro casa. In questo modo, il governo può affrontare i problemi del mercato immobiliare, scrive De Nederlandsche Bank in un’analisi. In cambio dell’imposta sul patrimonio più elevata, l’imposta sul reddito deve essere ridotta.

Lunedì, DNB ha già messo in guardia sui rischi del mercato immobiliare alle stelle: all’epoca, anche il presidente della DNB Klaas Knot indicò le riforme fiscali come parte della soluzione. Nel sondaggio di oggi, la banca centrale esamina più da vicino le innovazioni proposte.

Al momento i proprietari  ricevano vari sgravi fiscali, dice NOS: possono detrarre gli interessi ipotecari dall’imposta sul reddito, ad esempio, è quest’anno questa misura costerà all’erario 9 miliardi di euro. Inoltre, non devono pagare l’imposta sul patrimonio netto della loro casa, mentre gli inquilini pagano le tasse sui loro beni, ad esempio.

De Nederlandsche Bank propone quindi di “creare parità di condizioni” e abolire le donazioni in cambio di un’imposta sul reddito più bassa per tutti. Questo rallenterebbe anche i prezzi delle case in costante aumento, quindi possedere una casa dovrebbe diventare più accessibile per gli acquirenti per la prima volta.

Secondo la banca centrale, sette olandesi su dieci beneficerebbero finanziariamente di un simile spostamento fiscale e  ne trarrebbero un vantaggio gli inquilini. Ma molti proprietari di case beneficiano anche della riduzione dell’imposta sul reddito.

 

SHARE

Altri articoli