In una settimana, in un ristorante di Amsterdam Est, ci sono state tre sparatorie, senza vittime o feriti. Il locale siriano in questione, Sham, si trova in Borneosteiger. L’ultima sparatoria è avvenuta sabato 4 aprile alle 3 del mattino. La porta di vetro dell’entrata è stata distrutta dopo essere stata colpita da alcuni proiettili. Precedentemente, il ristorante era già stato colpito venerdì mattina alle 6 e 20 e il 28 marzo alle 4 del mattino. Secondo quanto riportato da Metronieuws, un altro tentativo di intrusione era già avvenuto in precedenza. La risposta del comune è stata quella di chiudere il ristorante.

Secondo quanto riportato dalla polizia, si pensa che il motivo delle varie sparatorie risalga a una disputa risalente al 2017 riguardante rivalità commerciali. Per di più, il locale è stato rapinato nel maggio 2013. A quel tempo lo Sham apparteneva ad un altro proprietario. In quella occasione, tre uomini mascherati fecero intrusione nel locale forzando i dipendenti a consegnargli il guadagno della giornata.

Una storia diversa invece è quella che si è sviluppata attorno alla sparatoria di Hoogeveen. Anche in questo caso non è ancora chiaro il motivo dell’atto che ha causato un ferito nella notte di domenica. I testimoni riportano, infatti, di aver trovato un uomo disteso per terra e di aver subito chiamato polizia e ambulanza. I mezzi sono arrivati intorno all’1 di notte. Il ferito è stato poi portato in ospedale. 

Secondo quanto riportato da un comunicato della polizia, un 36enne residente della cittadina è stato poi preso in custodia. La stessa autorità ha invitato i testimoni ad andare alla stazione di polizia per raccontare quanto osservato e fare così chiarezza sulla vicenda.

Source Pic: Pixabay