La disoccupazione nei Paesi Bassi è scesa al 4,9%, come annunciato giovedì dal Statistics Netherlands. Si tratta del livello di disoccupazione più basso dall’estate del 2011.

Negli ultimi tre mesi il numero di inoccupati è sceso di mille unità al mese, mentre il numero di persone con un lavoro retribuito è cresciuto con una media di 11mila unità, sempre considerando lo stesso arco temporale.

Anche la disoccupazione giovanile del mese di Giugno ha fatto registrare un nuovo record dal 2011: 8,9% contro il 9,5%. Tuttavia, nello stesso arco temporale, la disoccupazione per gli ultra 45enni si è alzata, passando dal dal 4,1% al 4,7% del mese scorso.

Questo aumento dell’occupazione si riflette nella cifra spesa dallo stato per i sussidi di disoccupazione, calati più del 15%  ed influisce su quella delle spese di assicurazione per gli infortuni sul lavoro, incrementate del 43%. Questi, i dati, riportati dagli uffici statali.

Curiosamente, il settore bancario è stato l’unico che ha conosciuto una crescita nei sussidi di disoccupazione rispetto al 2016 (+19%).

Il ministro degli affari sociali Lodewijk Asscher è entusiasta per i risultati, a suo parere esito di un esemplare lavoro nel combattere la disoccupazione.