I viaggiatori trascorrono sempre meno tempo  nei negozi dell’aeroporto di Schiphol dopo aver superato i controlli di sicurezza, ha scritto Financieele Dagblad martedì.

Gli sconti del “Duty-free” sono aumentati ogni anno dal 2012, ha detto André van den Berg, il responsabile commerciale di Schiphol. “Il commercio ha dei problemi, anche a Schiphol”.

Giovedì l’aeroporto riaprirà la sua Holland Boulevard con negozi di gadget museali, una biblioteca e bar. Van den Berg ha detto che i passeggeri ora spendono più in cibo e bevande piuttosto che nei negozi.

Van den Berg si aspetta un rinnovamento dei Terminal e dei negozi. Una vacca in porcellana con i colori dell’Olanda è appesa sul soffitto del Terminal 2 e attira l’attenzione di molta gente. Nella “Johnnie Walker House” una marca speciale di whiskey olandese è venduta a 583 euro in una bottiglia del tipico blu di Delf. “Questi negozi vendono qualcosa di unico” ha detto Van den Berg.

Schiphol ha bisogno di rinnovare il proprio mercato: circa metà del profitto è ricavato dai parcheggi e dagli affitti dei negozi e dei ristoranti presenti nell’aeroporto.