Sono sicuri i grattacieli olandesi? E quali misure sono state adottate per evitare catastrofi come a Londra? Il Volkskrant si interroga dopo il disastro delle torri Grenfell a Londra, lo scorso Mercoledì. Tutti gli edifici nei Paesi Bassi devono rispettare le severe norme di sicurezza antincendio ma ciò valeva anche per il Regno Unito.

Tali norme sono inserite nel regolamento edilizio nazionale, aggiornato nel 2012. Tale accordo prevede che i residenti debbano essere in grado di lasciare i loro appartamenti in modo rapido e che l’incendio vada contenuto, con la massima rapidità, nelle fasi iniziali; entro un ora, scrive il documento, i vigili del fuoco dovrebbero aver già domato le fiamme e messo in sicurezza l’area da cui si era generato.

Come risultato, pareti e pavimenti devono essere in materiale ignifugo e dotate di aperture che possano tagliare fuori le fiamme e ritardarne il propagarsi. Questo offre ai pompieri il tempo sufficiente per poter spegnere le fiamme. Emiel van Rossum, fondatore dell’Accademia di prevenzione incendi, ha detto al giornale che: ‘Non c’è nessun edificio nei Paesi Bassi che soddisfi completamente questi criteri. Sarebbe un’utopia. ‘I regolamenti, ha detto, sono così complessi che l‘edilizia non è in grado di stare al passo.

C’è un ulteriore problema: i vecchi grattacieli costruiti quando i regolamenti erano meno severi, ha detto Peter van de Leur, ex professore di sicurezza antincendio all’Università di Gand in Belgio.

E il materiale isolante utilizzato nel rivestimento esterno di un edificio in grado di contribuire a diffondere un incendio, ha aggiunto. esperto di sicurezza antincendio Ruud van Herpen, che è un ingegnere civile ha detto che ci sono meno  condomini elevati nei Paesi Bassi, dicendo  a Trouw che le norme di sicurezza antincendio sono abbastanza severe.