L’Olanda è nelle condizioni di ridurre le imposte alle imprese nei prossimi anni, ha detto Martedì il ministro delle Finanze, Jeroen Dijsselbloem.

L’osservazione arria in risposta alle osservazioni formulate dal primo ministro britannico Theresa May, che ha suggerito come la Gran Bretagna possa tagliare ulteriormente le imposte alle società, per rimanere competitiva nell’economia post Brexit.

Dijsselbloem ha detto all’emittente RTLZ, nel corso della sua intervista settimanale, che i Paesi Bassi possno tagliare le imposte sulle società in fasi, man mano che le misure messe in piedi per evitare l’elusione fiscale, inizieranno a dare i loro effetti.

La tassazione sulle imprese, nei Paesi Bassi è attualmente al 25%. La dichiarazione del ministro è degno di nota perché la questione è un nervo scoperto nel suo partito, i laburisti del PvdA, che nel manifesto del partito per le elezioni del 2017 hanno messo al centro la necessità di evitare una ‘corsa al ribasso’ combattendo l’elusione fiscale delle multinazionali.