L’Europa deve essere pronta ad accettare un numero importante di rifugiati dalla Turchia, ha detto il leader del partito laburista (Pvda) Diederik Samsom al programma radiofonico Met Het Oog Op Morgen. Secondo il vicepremier, un tetto di 30mila l’anno per l’Olanda è un numero ragionevole e di gran lunga inferiore ai 60mila di oggi. L’uscita di Samsom arriva a margine del summit europeo di Brussel tra l’UE e le autorità turche, con lo scopo di definire la strategia comune per fronteggiare la questione rifugiati. Il VVD, il partito liberale del premier Mark Rutte, sarebbe secondo Samsom, favorevole ad accettare la proposta dei laburisti, che a detta del leader del Pvda potrebbe mettere fine al dramma quotidiano dell’Egeo e rallentare il flusso di ingressi. Il governo olandese insiste con l’idea delle quote obbligatiorie per stato, una posizione controversa, supportata non all’unanimità dagli altri partner europei.