I leader dei partititi alla Kamer stanno ancora esplorando cosa sia possibile modificare dei piani del governo per il prossimo anno. VVD, D66 e CDA, i partiti che parlano della formazione di un governo di minoranza, offrono spazio alla Camera. Ma non tutti pensano che la mano tesa sia sufficiente, è emerso mercoledì durante il dibattito sul bilancio, dice NU. In pratica, per ammorbidire i partiti e cercare una coalizione a sostegno del possibile governo di minoranza, l’esecutivo uscente ha messo a disposizione  una somma per realizzare alcuni dei piani proposti dai partiti. dice NOS.

Il vicepresidente del D66 Rob Jetten ha voluto pensare insieme a Ploumen al modo di ridurre la differenza tra lo stipendio degli insegnanti dell’istruzione primaria e quello dei loro colleghi dell’istruzione secondaria.  La coalizione di VVD, CDA, D66 e ChristenUnie, costruita  su una maggioranza parlamentare dopo le elezioni, in realtà non esiste più, ha affermato martedì il leader del VVD e primo ministro Mark Rutte. Il Christen Unie sta correndo per conto siuo e il  partito non sente più alcun obbligo nei confronti dei vecchi partner della coalizione.

Nel frattempo, VVD, D66 e CDA stanno trattando per la possibilità di un governo di minoranza, ma quei colloqui vanno a rilento. Per far passare il bilancio in parlamento, la deputata del VVD Sophie Hermans ha annunciato lo stanziamento di 1 miliardo di euro per invogliare i partiti a presentare le proprie proposte in cambio del sostegno ai piani del governo.

L’eventuale tentativo di trovare una destinazione comune per il denaro va piuttosto a rilento. Ploumen (laburista), anche per conto di Klaver (rosso-verdi), ha chiesto che un prelievo extra per le cooperative edilizie (tassa di proprietà) di 2 miliardi di euro venga abolito in una volta sola. Ma Hermans ha offerto solo un’accelerazione dello smantellamento.

“Devo concludere che il VVD non è pronto a risolvere i problemi nei Paesi Bassi”, ha detto Ploumen. La risposta di Hermans: “Devo concludere che la signora Ploumen vuole lavorare insieme solo se ottiene il 100% a modo suo e può  imporre le sue richieste”.