Il deputato socialista Ronald van Raak ha chiesto al tribunale per i diritti umani, il College voor de Rechten van de Mens di pronunciarsi su una controversia tra lui e KLM

La partner di Van Raak, ad inizio anno, si era seduta accanto a un gruppo di uomini ebrei ortodossi sull’aereo che viaggiava da New York ad Amsterdam a maggio.

Ma il personale di bordo ha insistito per far spostare la coppia perchè i religiosi non volevano saperne di sedere accanto ad una donna. Dopo proteste, il parlamentare e la moglie hanno deciso di spostarsi.

“Dopo cinque mesi non abbiamo ancora avuto una risposta chiara da parte di KLM”, ha affermato Van Raak che ha tirato in ballo il Tribunale per i diritti umani: “Spetta ora al tribunale emettere un giudizio e, si spera, ciò porterà a KLM a modificare le sue procedure.”

KLM ha dichiarato in un tweet di essersi rammaricato della “situazione spiacevole” che i Van Raak hanno vissuto, ma ha difeso la decisione del personale di cabina.