The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

WEB

Deputato cita finta intervista di un portale satirico. Ironia dall’aula

Il leader SGP sostiene che il gioco fosse voluto. De Speld è la versione olandese di portali come Lercio

Il leader del partito confessionale SGP, il deputato Kees van der Staaij, è diventato suo malgrado un eroe nazionale. Non per le politiche del suo movimento ma per essere stato, ad oggi, l’unico politico nazionale “scivolato” su un articolo del portale satirico De Speld, una sorta di Lercio olandese.

Il sito è ben noto tra gli internauti dei Paesi Bassi per titoli urlati e articoli irriverenti, tutto rigorosamente falso. L’unico a non saperlo, a quanto pare, è proprio van der Staaij che al termine di un intervento del leader CDA Sybrand Buma sullo stato di avanzamento del dibattito per la formazione del governo, ha chiesto la parola alla Presidente della camera: “Che bel discorso dal presidente Buma”, ha detto polemico all’aula il leader cristiano “Peccato che il suo intervento non combaci  con altre dichiarazioni pubbliche”, ha proseguito van der Staij.

“Leggo, ad esempio, in una sua recente intervista, quanto segue: prima di firmare qualcosa, noi del CDA, facciamo tanto rumore [poi però firmiamo, n.d.r] Nel CDA noi siamo così. L’Olanda merita un partito che sappia dire qualcosa e fare altro“. L’intervista citata, in realtà, è un pezzo satirico di De Speld

Il leader cristianodemocratico, sghignazzando, ha risposto al collega: “Certo, è un’intervista che ho rilasciato a De Speld”. Come dire: si, mi ha intervistato Lercio. Risate dall’aula. E Buma ha aggiunto:”questa è la finzione, De Speld la verità.”

Ma su Twitter, il leader SGP ha cercato di riprendersi: “O sono sembrato troppo serio o devo spiegare le battute ai colleghi”