The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

Riparazioni per i danni secolari inflitti dal colonialismo e dalla schiavitù. E’ stata questa la richiesta avanzata dal partito DENK durante la visita in Suriname di due parlamentari, Tunahan Kuzu e Farid Azarkan.

Al termine del viaggio i due uomini politici hanno colto l’occasione di condannare l’eredità dell’impero coloniale olandese iù a lungo sotto il giogo di Amsterdam e da dove proviene una delle più numerose e importanti comunità immigrate dei Paesi Bassi.

La visita in Suriname di due big come Kuzu e Azarkan è servita ad accreditare Denk come il partito di tutte le minoranze e non solo di quella turca o marocchina di fede islamica come già denunciato in passato da più parti.

In questo senso i due deputati hanno chiesto il rapido ripristino di relazioni paritarie tra i Paesi Bassi e il Suriname e una maggiore attenzione al passato coloniale e schiavista dell’Olanda. Le parole di Kuzu e Azarkan sono state immediatamente stigmatizzate dal blog di destra De Dagelijkse Standaard, il “Breitbart” d’Olanda secondo la testata NRC, che ha criticato la mossa del partito DENK di andare in visita da un presidente fortemente controverso come quello surinamese.

Proprio l’elezione a capo del paese di Desi Bouterse, condannato in Olanda per trafficante di droga e considerato criminale di guerra, secondo De Dagelijkse Standaard, ha delegittimato ogni richiesta di risarcimento del periodo coloniale da parte del Suriname.