Secondo l’autorità di controllo, molte banche olandesi sono troppo indulgenti nel contrastare il fenomeno del riciclaggio di denaro.

Il ministro delle finanze Wopke Hoekstra ha chiesto alla DNB, la banca centrale olandese, di indagare sul fenomeno dopo che questo mese ING ha chiuso con il Belastingdienst una transazione di 7775 milioni di euro, per un’indagine che la vedeva responsabile di riciclaggio di denaro.

Come riportato da ANP, Hoekstra ha informato il parlamento riguardo ai risultati dell’indagine portata avanti da DNB, secondo la quale troppo spesso le banche non prendono abbastanza seriamente le proprie funzioni di controllo: molte violazioni sono state individuate in più istituzioni finanziarie nonostante le misure di controllo siano state rinforzate, ha detto l’autorità.

“Deve essere creato un clima che costringa le banche ad assumersi i rischi per la gestione dell’integrità”, ha detto Hoekstra nella sua lettera al parlamento. I direttori devono iniziare a “impegnarsi personalmente per prevenire l’inclusione delle banche in contesti criminali”. La tecnologia potrebbe essere un elemento importante in cui investire di più per migliorare le funzioni di controllo.

Il ministro delle finanze ha promesso al parlamento di rimanere in contatto con la banca DNB per discutere i progressi su questo fronte.